Maccheroncini di Campofilone (photo: www.prolococampofilone.com)

Campofilone = pasta all’uovo. Si è fatta conoscere con giusta rinomanza negli ultimi decenni quella che era già tappa dei buongustai a metà del secolo scorso: una pasta sottilissima dal profumo invitante d’uova eppure leggera come il vento. La proporzione di uova nell’impasto è, a dire il vero, imponente: nella versione tradizionale, infatti, un chilogrammo di farina viene impastato con dieci uova, conferendo un colore ineguagliabile al risultato finale. Ottenuta una sfoglia regolare, questa è stesa e fatta asciugare qualche minuto e poi arrotolata su se stessa sino a creare un rotolo. Tagliandolo a listarelle, le sapienti mani delle donne ottenevano fini e irregolari striscioline che, slacciate e libere, paiono spaghetti: ecco i maccheroncini. Il pragmatismo marchigiano voleva che questi riccioli di pasta fossero posti davanti alle pale del ventilatore per circa un’ora e poi adagiati su fogli di carta in cassette di legno per tre giorni: il tempo faceva perdere alla pasta appena fatta oltre il 20% del suo peso, che riacquisterà durante la cottura.

Catia Marilungo 
Frazione Santa Maria, 6 – Campofilone (FM)
Telefono 0734932452

Sabina Salvatori 
Frazione Santa Maria,13 – Campofilone (FM)
Telefono 0734932850