Andrea Bragagni – Az. Agr. Bragagni

La Romagna del vino riserva spesso piacevoli sorprese quando la passione, l’artigianalità e la volontà di recuperare le tradizioni, guidano le mani del vignaiolo. Spingersi dal borgo medioevale di Brisighella (RA) in località Fognano ed arrampicarsi sulla collina alla ricerca di Andrea Bragagni, è un’esperienza che ogni appassionato di vino naturale dovrebbe vivere per comprendere ciò che significa far fiorire il primitivo legame del vitigno con la sua terra.

Andrea vive con semplicità a contatto con la natura in compagnia di sua moglie Valeria che lo segue dal 1998 nella riscoperta di quelle varietà autoctone, patrimonio della Romagna più autentica, che elabora con intelligente sapienza contadina. In campagna ed in cantina la filosofia produttiva è la stessa: produrre con il minimo intervento e con le minori sollecitazioni possibili, valorizzando annata e territorio.

Tre gli ettari vitati con filari distesi in una vallata incontaminata circondata da boschi posta a 350 mt. di altitudine. Il territorio collinare si distingue per un substrato a matrice per lo più sabbiosa sul quale è presente roccia fragile e sedimentaria di natura calcarea denominata “Galestro”. Vitigni e vini, indigeni di razza, mostrano completa sinergia con questi luoghi concedendo frutto e mineralità, tannino, sapidità e generosa alcolicità. La Romagna, terra di Sangiovese, si concede qui con bianchi di carattere, da Andrea intitolati agli uccelli quasi per coniugare l’elemento aria con l’impronta terrestre, solida e materiale, in una primordiale sinergia che ritroviamo nel bicchiere. Inconsuete le bottiglie, dallo stile personalissimo, capaci di condensare i più immediati caratteri del frutto con le più complesse sensazioni aromatiche per un profilo mai banale, di grande bevibilità, incline all’invecchiamento.

Bubo Bubo – Ravenna Bianco IGT

Tra le diverse etichette, tutte da scoprire, suggerisco l’assaggio della sua interpretazione di Uva Famoso (o Rambela). Vino ardito e denso di temperamento quello dedicato al Gufo, Bubo Bubo, dove avverti intensa e singolare spinta aromatica. Profumi di selva e zagara, fragranze di albicocca, pesca e nespola, in perfetta proporzione, rincorrono ricami vegetali, balsamici ed aromatici, dove spuntano menta e timo. Dolci sensazioni di miele e camomilla lo completano con singolari situazioni amaricanti.
Indole e ardore distinguono i suoi prodotti, nati dall’esigenza di rispettare la natura ed accompagnare pazientemente la trasformazione dell’uva in vino. Vista la disponibilità di Andrea e la sua attitudine all’accoglienza, consiglio una visita, importante per comprenderne, senza affanni, personale visione enologica e territorio.
 
 
Da sempre uomini con idee comuni si trovano in intensa sintonia ed è in queste condizioni che è più facile sostenere il peso di un cammino percorso insieme. Dall’incontro di Andrea Bragagni con cinque vignaioli di Romagna, nasce il progetto dei BioVitiCultori pensato per sottolineare l’attitudine alla naturalità ed al rispetto dei cicli terrestri. Un pugno di produttori, ubicati nel cuore della Romagna viticola, da conoscere per comprendere, attraverso i loro vini, filosofia e sincera identità territoriale.
 
Prima di partire visita il borgo medioevale di Brisighella. Il paese custodisce tesori di immutato fascino: vi leggi il contributo dell’uomo alla sua terra.
 

Az. Agr. Bragagni Andrea
Via del Suffragio,52 – Fognano/Brisighella (RA)
Tel. +39 3394700143 – postmaster@bragagni.com – www.bragagni.com