Andreas Dichristin e le sue pecore (Photo: www.bioweinhof.it)

Per comprendere la visione agricola di Andreas Dichristin è necessario camminare in sua compagnia tra le vigne del piccolo maso Trӧpfltalhof, situato nelle colline vitate che circondano il paese di Caldaro (BZ). Qui tre preziosi ettari sono condotti con tenacia perseguendo i principi antroposofici della biodinamica. Passo dopo passo, entro con rispetto nel mondo olistico del maso ed intuisco come la ragionata e spirituale osservazione della realtà guidi la famiglia Dichristin nella realizzazione del disegno aziendale. La capacità di ascoltare le percezioni più intime e di afferrare i sottili messaggi che la natura sommessamente rivela ha permesso la realizzazione di un organismo agricolo sano ed indipendente, dove numerosi sono gli esseri viventi che dimorano in prosperoso equilibrio.

Sono le pecore che, quando non sono in malga a trascorrere i mesi estivi, pascolando controllano l’altezza dell’erba tra i filari ed offrono la materia prima per la fertilizzazione delle piante e l’allestimento del cumulo biodinamico. Ma la vitalità del terreno e delle piante è intensificata anche dall’uso del cornoletame (preparato 500), del cornosilice (preparato 501) e di specifiche tisane. Infusi di camomilla, ortica ed equiseto accompagnano la vite nel suo ciclo annuale di sviluppo. “Non voglio fare qualcosa contro ma fare qualcosa per”, sottolinea Andreas, che ogni 3 o 4 anni semina nell’interfila molteplici varietà di piante, che fioriscono scalarmente creando un ambiente utile agli insetti e, per non compattare il substrato e preservare l’aria nel terreno, falcia a mano le erbe limitando al massimo l’ingresso in vigna del trattore.
Le principali varietà coltivate nel maso sono Sauvignon Blanc, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc che, rivela Andreas, “beneficiano del particolare microclima del Lago di Caldaro e del veloce raffreddamento notturno derivante dai vicini monti della Mendola”.

Andreas e i grappoli di Sauvignon Blanc

Nel terreno a fianco all’abitazione di famiglia, a 500 mt. di altitudine, le viti di Sauvignon Blanc convivono su una singolare realtà geologica in cui l’argilla si fonde al porfido rosso e al calcare. Diversa è, invece, la situazione della piccola parcella terrazzata posta sopra il Lago di Caldaro: ubicata a 300 mt. di altitudine, presenta un substrato a matrice argillosa ricco di ghiaia calcarea che accoglie le viti di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc.

I diversi appezzamenti danno vita al Garnellen (100% Sauvignon Blanc) e al Barleith (80% Cabernet Sauvignon e 20% Cabernet Franc). Il primo trascorre 7 mesi a contatto con le proprie bucce e si distingue per una luminosa colorazione dorata ed un profilo intrigante e complesso (è desiderio di Andreas arrivare ad elevare il vino per 24 mesi totali in contenitori di argilla) mentre il secondo, per armonizzarsi, matura per 22 mesi tra anfora e legno dimostrando carattere, eleganza e profondità.

Maso Trӧpfltalhof

Sono due, infine, i vini di “casa” elaborati da Andreas come prodotti per un uso quotidiano (il mondo sarebbe migliore, dico io, se ogni giorno avessimo la possibilità di bere vini di questo livello…). Lommer (100% Sauvignon Blanc) e Storlond (80% Merlot e 20% Cabernet Sauvignon), acquistabili esclusivamente nel maso, dimostrano armonia, franchezza e spontaneità, valori caratteristici della famiglia Dichristine. Andreas e sua moglie Rosmarie, infatti, oltre ad essere attenti osservatori e custodi del proprio ecosistema agricolo, coltivano il sogno della biodinamica come scelta di vita e metodo per approcciare ad un’esistenza viva e sincera, fatta di fatica e duro lavoro ma pur sempre rinfrancata da quei sinceri valori contadini, che quotidianamente alleggeriscono il pesante fardello della vita in campagna.

Tröpfltalhof (Fam. Dichristin)
Garnellenweg, 17 – Caldaro/Kaltern (BZ)
Tel. +39 0471964126 – info@bioweinhof.it – www.bioweinhof.it