Pane di Coimo (immagine tratta da: www.parcovalgrande.it)

 
La cultura  alimentare di in popolo passa per i suoi uomini e per i luoghi da essi colonizzati. Personalmente sono da sempre affascinato dal pane, alimento simbolo di vita, intriso di significato e testimone di usi, costumi e abitudini di molteplici comunità.

La coltivazione della Segale scandiva storicamente i cicli agricoli della Valdossola in quegli angoli della montagna dove, per estreme condizioni climatiche, non era possibile la coltivazione della vite o degli altri cereali. Caratterizzata da enorme rusticità, resistenza al freddo e bassissime rese, la Segale, così come il Grano Saraceno, garantiva la produzione di una farina che veniva utilizzata per la realizzazione del pane locale. Prodotto, questo, che originariamente veniva preparato solo due volte l’anno e costituiva uno dei doni più preziosi che i bambini ricevevano a Natale.

Le rare pagnotte, tradizionalmente prodotte in località Coimo, frazione del Comune piemontese di Druogno (VB), sono oggi elaborate secondo tradizione a partire da farina integrale di segale e pasta madre, in pezzature di circa sette etti. Pani agricoli, distinti da lunga conservabilità, presentano crosta bruna, mollica compatta ed aromi intensi e fragranti che riportano alla memoria i prodotti perduti dell’antica arte della panificazione.

Ricerca in Località Coimo:

Panificio Conti 
Via Bonardi, 24 – Loc. Coimo, Druogno (VB)
Tel. 032493027 – 032493383